giovedì 13 settembre 2012

Il nostro licoluva

Il nostro licoluva
Licoluva... anche noi!
Nel mese di agosto ho finalmente potuto dedicarmi, con il mio  prezioso "braccio destro", alla creazione del nostro licoli (lievito naturale in coltura liquida). 
Dopo tentativi, fallimenti e "licolicidi" grazie ai consigli di  Anna  è nato il nostro licoluva!
Il procedimento seguito è quello indicato da Anna, Ornella e dalla Cuochina qui 
Il 18/08 abbiamo preparato l'infuso con un'ottima uva bianca pugliese, sbucciata, tagliata e ricoperta di acqua naturale

Infuso d'uva
Il 20 agosto alle ore 23,30 abbiamo iniziato come da programma, e la mattina seguente, 21 agosto, alle 7,30 il lievito si era già "mosso" alzandosi di circa un centimetro!
Primo giorno ore 7,30
Secondo le istruzioni al tutto abbiamo mescolato 30gr di infusione e 30gr di farina di forza. Abbiamo versato in un barattolo pulito, coperto con un piatto, avvolto con un panno pulito e abbiamo fatto lievitare a temperatura ambiente.
- Alle 14,30 la lievitazione, era appena accennata. Al tutto abbiamo mescolato 30gr di infusione e 30gr di farina di forza. Abbiamo versato in un barattolo pulito, coperto con un piatto, avvolto con un panno pulito e abbiamo fatto lievitare a temperatura ambiente.
- Alle 23,30 la lievitazione era ancora appena accennata ma dalla superficie era evidente la fermentazione.
Primo giorno ore 23,30
Al tutto abbiamo mescolato 30gr di infusione e 30gr di farina di forza. Abbiamo versato in un barattolo pulito, coperto con un piatto, avvolto con un panno pulito e abbiamo fatto lievitare a temperatura ambiente.
- Alle 7,00 del giorno dopo, 22 agosto, abbiamo rinfrescato come sempre, ma da questo momento in poi senza l'infusione. Al tutto abbiamo mescolato 30gr di acqua naturale e 30gr di farina di forza. Abbiamo versato in un barattolo pulito, coperto con un piatto, avvolto con un panno pulito  e abbiamo fatto lievitare a temperatura ambiente.
 Alle 15,00 la lievitazione, contrariamente alle istruzioni, era ancora appena accennata.
- Alle 15,00 abbiamo fatto un rinfresco al 100% (30gr di licoluva+30gr di acqua naturale+30gr di farina di forza), abbiamo versato in un barattolo pulito, coperto con un piatto, avvolto con un panno pulito  e abbiamo fatto lievitare a temperatura ambiente. 
- Alle 23,00 il lievito non era raddoppiato, così abbiamo ripetuto il rinfresco delle 15,00 seguendo le istruzioni, in attesa del raddoppio di licoluva  in 5~6 ore.
Abbiamo continuato i rinfreschi come da programma e finalmente il 24 agosto la lievitazione è diventata evidente senza però raddoppiare.
quarto giorno 
Abbiamo continuato il nostro lavoro ma lo scoraggiamento si stava ormai affacciando prepotentemente.  Anna ci ha incoraggiati e ci ha consigliato di ravvicinare i rinfreschi così dal 28/08 abbiamo fatto ogni 4 ore degli pseudo-rinfreschi alternandoli ad un rinfresco totale, lasciando un intervallo notturno di 8 ore. 
Licoluva ha cominciato a rinvigorirsi e fra il 30/08 e il 01/09 è finalmente raddoppiato!
licoluva raddoppiato
Abbiamo continuato con rinfreschi totali e pseudo rinfreschi fino al raddoppio in poche ore, e il 02/09 è nato licoluva, che opportunamente nutrito e rinfrescato il 03/09 ha trovato posto in frigorifero!
Il nostro licoluva. Grazie Anna!
Il nostro licoluva è attivo e arzillo e sabato scorso lo abbiamo messo al lavoro.
Ci ha regalato un pane strepitoso, buonissimo, ma di questo ... parleremo nel prossimo post!

9 commenti:

  1. Mi incuriosisce molto il licoluva, penso che sia molto impegnativo, ma i risultati sono strepitosi. Aspetto di vedere il pane. Ciao.

    RispondiElimina
  2. Eccolo lui, quello che non voleva nascere :DDD
    Ma chi la dura la vince ed alla fine avete vinto tutti. Si vede benissimo che licoluva è molto felice di far parte della vostra famiglia :))))
    Vedrete che lievitati meravigliosi vi preparerà
    Allora a breve il pane???
    Maria Vittoria, chiedi alla cuochina se vuole il vostro licoluva per la màdia dei lievitati :))
    Baci!

    RispondiElimina
  3. Benvenuto al licoluva nella cucina di Maria Vittoria!! Complimenti siete stati bravissimi! Non vedo l'ora di scoprire lo splendido pane che avete realizzato tu ed il braccio destro!!
    Baci :-)

    RispondiElimina
  4. @giovanna
    Ciao Giovanna, l'impegno che richiede è ripagato abbondantemente dai risultati. Prova e vedrai che soddisfazione!
    Buona serata

    @anna
    Grazie carissima, grazie al tuo aiuto ce l'abbiamo fatta! Doppio braccio destro per questa impresa...
    Baci doppi

    @ornella
    Grazie Ornella, le vostre istruzioni e l'aiuto di Anna sono stati fondamentali.
    Ora coccoleremo licoluva perchè resti nella nostra cucina a lungo e lavori con noi!
    Baci doppi

    RispondiElimina
  5. E' un procedimento che richiede molto tempo e pazienza....chissà se riuscirò a convincermi a farlo....mi sembra cosi complicato. Poi dopo aver ucciso il lievito madre mi sento così incapace!!!

    RispondiElimina
  6. Voglio provarci anche io! Con il lievito madre ho fallito...magari con questo mi va meglio!

    RispondiElimina
  7. @Artù
    Grazie Artù, io sono stata "licolicida" per ben due volte! Ho imparato che con licoli occorre pazienza, istinto e perseveranza. Non sentirti incapace, anzi buttati vedrai che soddisfazione!
    Buon fine settimana.

    @Cinzia
    Grazie Cinzia, con le istruzioni chiare e precise di Anna, Ornella e della Cuochina vedrai che riuscirai senz'altro!
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  8. la ceracavo da mesi e ora la scovo!grazie x le info io mi aggiungo subito se vorrai passa da me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, passo a trovarti. Buona settimana!

      Elimina