lunedì 11 marzo 2013

Riso e verza per il 100% Vegetal Monday

La nostra cara amica Artù ci ha segnalato questa bellissima iniziativa, il 100% Vegetal Monday, alla quale partecipiamo con vero piacere.
Sono nata e cresciuta in una realtà contadina nella quale la carne era il cibo della festa ed i pasti di tutti i giorni erano praticamente vegetariani. 
Questo è tutt'ora lo stile alimentare della nostra famiglia e, pur essendo onnivori, siamo convinti che il mondo vegetale offra una ricchezza tale di sapori e di nutrienti che permettono pasti equilibrati, salutari  e gustosi; basta un pò di organizzazione, minimo sforzo e poca spesa. 
Dedichiamo perciò almeno  "un giorno a settimana ad una dieta più responsabile"!
Ringraziamo La Cucina della Capra  per aver permesso l'adesione a tutti, soprattutto a chi non ha un blog 100% vegetale.
Il nostro piatto è di antica tradizione contadina ricco nella sua semplicità: da noi la verza è la regina dell'inverno, e, oltre ad essere buona, ricca di vitamine e sali minerali, possiede potenti capacità antitumorali. 
Non scoraggiamoci per l'odore emanato dalla verza durante la cottura; basterà infatti mettere a bollire contestualmente acqua e aceto perché questo venga assorbito. La cottura a pentola coperta limita molto la diffusione dell'odore e, ad ogni buon conto, ricordiamo che è il sulforano, cui si deve l'odore pungente, a conferire alla verza proprietà antitumorali. 
La base può essere preparata in anticipo e nelle fredde sere invernali, al ritorno dal lavoro, uniremo solo il riso portando a tavola un "ris e verza" che delizierà il palato e riscalderà cuore e corpo... 

Ingredienti per 3 persone:
  • 150 g di riso paraboiled a km 0
  • 8 foglie di verza
  • 2 patate Selenella 
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • prezzemolo
  • pepe  nero in grani dello Sri Lanka (fair trade) 
  • olio evo ligure
  • sale dolce di Cervia
  • acqua q.b. 
Procedimento:

Abbiamo sfogliato e lavato la verza
l'abbiamo tagliata a strisce, mondato e  tagliato la carota ed il sedano grossolanamente mentre la patata l'abbiamo tagliata a piccoli pezzi, unito la cipolla e messo tutto nella pentola  
abbiamo  ricoperto le verdure di acqua, portato ad ebollizione incoperchiato e cotto a fuoco lento per circa 1 ora trascorsa la quale abbiamo ridotto in purea la cipolla, la carota, il sedano, con un poco di verza, patata e brodo di cottura. Abbiamo rimesso sul fuoco, regolato di sale, unito il riso. A cottura ultimata abbiamo unito il prezzemolo tritato,  mantecato con olio evo e spolverato col pepe macinato fresco
  Fotografato in fretta... troppo buono per resistere!
Buon appetito!





10 commenti:

  1. Grazie mille cara!! che piacere essere nominata nel tuo post,....e soprattutto che bello leggere questa ricetta con le spiegazioni dettagliate di quanta salute c'è in un piatto veg, anche per noi che non abbiamo blog total veg è una bella opportunità! bravi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Artù,
      grazie mille a te!
      Buona giornata.

      Elimina
    2. Buon giovedì! Oggi gnocchi??

      Elimina
  2. Davvero troppo buono per resistere, da me piove e la primavere non sembra voler
    arrivare per una serata piovosa come questa e' perfetta scalda il cuore
    Ciao ciao !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadia, e lo sai Marzo è pazzerello!
      Buona giornata!

      Elimina
  3. Bellissima questa iniziativa, carina Michela ad avervi coinvolti.
    Qui il giorno è abbastanza caldo ma la sera un bel piatto di minestra come questo ci sta a meraviglia :)
    Carpiato...... ecc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima,
      ce n'è un poco anche per te...
      Carpiato

      Elimina
  4. Una ricetta contadina di altri tempi che hai fatto bene a recuperare: genuina, sana, buonissima. Insomma: Semplice Semplice!

    RispondiElimina
  5. Mi piacciono molto le ricette semplici! Mi sa che devo inaugurare anch'io la stagione del cavolo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, buona la stagione del cavolo :-)))

      Elimina