domenica 6 luglio 2014

Quanti modi di fare e rifare il Pollo con i peperoni

Abbiamo mancato, ahinoi, l'appuntamento di Giugno, e ne abbiamo sentito la mancanza! Raggiungiamo con passo veloce l'allegra brigata delle Cuochine per l'appuntamento di Luglio nella cucina di  Fr@ per preparare il pollo con i peperoni.
E' una portata deliziosa che non sapevamo fosse il piatto tradizionale del ferragosto romano. Lo abbiamo cucinato con gioia ed entusiasmo godendo prima degli allegri colori e poi  dell'avvolgente profumo dei peperoni e degli aromi che faceva scalpitare le papille gustative invidiose dell'olfatto e della vista che invece si beavano felici gongolando... Le papille hanno avuto comunque la loro parte a piatto finito quando una festa di colori e di sapori è arrivata in tavola!
Fr@ ci raccomanda l'uso di ingredienti di prima qualità, peperoni carnosi e croccanti, pollo ruspante e ci regala la ricetta della Sora Lella ed allora come non ricordare il celebre fratello Aldo Fabrizi che, in una sua ricetta in versi, così ci consiglia sul pollo:

Quello ruspante è un rebuse a trovallo
ma er sugo vi è speciale si c'è un pollo 
cor malloppetto de granturco al collo
e le zampette ch'hanno fatto er callo.

Bisogna rompe' a pezzi e cucinallo,
identico ar bollito solo un bollo;
un lungo, lento, insino a quanto è frollo,
e senza smette mai del controllallo

Va cotto a crudo in ojo, burro, strutto,
cipolla, latte, dado, concentrato, 
noce moscata, chiodo e vino asciutto.

Però no pe' fa' sempre er pessimista,
si er pollo è un pollo che non ha ruspato
er vero pollo è quello che l'acquista.

(Fettuccine ar sugo de pollo - A Fabrizi - in Alimenti caratteristici e cibi tipici della romanità - Peppe Renzi - Accademia G.G. Belli)
Le nostre modifiche riguardano in parte gli ingredienti ed in parte il procedimento ottenendo un risultato squisito.

Ingredienti per 3 persone (ciò che abbiamo modificato è riportato in rosso):
  • mezzo pollo circa 600 g il nostro ruspante
  • 2 peperoni medi rossi, gialli o verdi noi 4  
  • 3 pomodori ramati noi 4
  • 1 cipolla dorata
  • 1 spicchio d'aglio noi 4 spicchi d'aglio rosso
  • salvia e rosmarino del nostro vaso
  • peperoncino, sale (noi sale dolce di Cervia) e pepe nero
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco noi prosecco di Valdobbiadene
  • olio extra vergine di oliva noi Ligure
  • noi abbiamo aggiunto un cucchiaio di olive nere Taggiasche sott'olio
Procedimento:
Preferiamo togliere la buccia ai peperoni e così li abbiamo lavati, mondati e tagliati a metà. Li abbiamo adagiati su una leccarda ricoperta da carta forno e nel frattempo abbiamo riscaldato il forno a 250°



li abbiamo infornati per circa 10 minuti, sfornati li abbiamo lasciati raffreddare per sbucciarli agevolmente.
In alternativa per sbucciare i peperoni li passiamo sulla fiamma viva ma col forno si ottimizza il tempo ed il risultato è comunque ottimo.
Qualche ora prima abbiamo pulito il pollo e lo abbiamo messo ad insaporire con 2 spicchi d'aglio, pepe nero e abbondante salvia e rosmarino del nostro vaso. Dopo l'approfondito studio scolastico del Braccio Destro sul fenomeno dell'osmosi non abbiamo messo il sale...


Abbiamo spelato e tagliato a listarelle i peperoni e li abbiamo saltati in padella per una decina di minuti con olio, due spicchi d'aglio, olive taggiasche e sale
Nel frattempo abbiamo scottato i pomodori in acqua bollente per 5 minuti, abbiamo tolto buccia e semi e li abbiamo tagliati a piccoli cubetti. 
Abbiamo altresì pulito e tritato la cipolla


che abbiamo appassito in padella con un filo d'olio, abbiamo aggiunto il pollo e dopo averlo rosolato lo abbiamo sfumato con il vino bianco, unendo poi pomodori, salvia e rosmarino.
Abbiamo regolato di sale, messo il coperchio e cotto per circa 60 minuti



trascorsi i quali abbiamo aggiunto i peperoni, una spolverata di peperoncino  e continuato la cottura per una decina di minuti circa a pentola scoperta, abbiamo spento il  fuoco, rimesso il coperchio e lasciato riposare per circa una mezz'ora per permettere ai sapori di ben amalgamarsi e... 
che bontà, buon appetito!
Grazie a Fr@ per averci ospitato nella sua cucina ed averci regalato una delizia della tradizione romana che da oggi avrà, per noi, un significato particolare.
Grazie ad Anna, Ornella e alla Cuochina per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 14/09/2014 (secondo le nuove istruzioni della Cuochina) da Elena per preparare la zuppa lombarda
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno a trovarci e...
BUONE VACANZE !!!